S.O.S.

È curioso quanto le volpi azzurre siano simili alle pietre, lo sono in maniera stupefacente. Quando vi si accucciano accanto durante l’inverno non c’è speranza di poter distinguerle dalle rocce, sì, sono molto più infide di quelle bianche, che proiettano pur sempre un’ombra o risultano gialle contro la neve.

–    Sjón, La volpe azzurra

Skugga-Baldur © Elena Ceccato 2015
Skugga-Baldur © Elena Ceccato 2015
 La mia immagine per l’annuale calendario di Tapirulan, potete trovarla sul link del concorso qui.